Come in cielo, così in mare | Giovanni Gusai

Ci sono momenti in cui ho il forte bisogno di rifugiarmi in un romanzo familiare. Le storie che raccontano quel tipo di legame sono la mia confort-zone da cui raramente esco insoddisfatta.

È il caso di Come in cielo, così in mare, il romanzo d’esordio di Giovanni Gusai pubblicato da SEM, una storia in cui famiglia e radici procedono intrecciandosi tra loro e che regalano al lettore un libro che difficilmente si dimentica.

Antine ha ventotto anni e da poco si è laureato, rendendo orgogliosi i genitori che spesso vivono attraverso i figli i successi che per loro si erano prefissi. Il giorno della laurea è guastato dalla notizia della morte della nonna di Antine, la mamma di suo padre che né Antine, né sua sorella hanno mai conosciuto, perché il padre, sardo, in quella terra che gli ha dato i natali non solo non ci è più tornato, ma ha evitato che i figli potessero andare e costruire un rapporto con i nonni.

Di quei nonni che non ha mai sentito nominare, Antine non conosce nulla: non sa come siano fisicamente, non sa che carattere abbiano e soprattutto non sa cosa sia successo tra loro e il padre al punto tale da annullare qualsiasi tipo di rapporto. Parte alla volta della Sardegna per i funerali di nonna Jubanna e dopo solo due giorni capisce di dover restare: per capire che direzione dare alla sua vita e capire l’origine di tutto.

Nella casa che fu dei nonni Antine impara una nuova routine, fatta di piccole botteghe, di pomeriggi alla ricerca di spiagge e di sere passate in birreria come cameriere. Intreccia uno splendido rapporto con Niada, la ragazza che si occupava di sua nonna fino al giorno in cui è venuta a mancare e nel momento in cui il tempo che si era concesso sull’isola giunge al termine, decide di prolungare di nuovo la partenza, visto che quel nonno che per due mesi era rimasto confinato nel suo ovile, gli dice cose che lo turbano, ma che lo incuriosiscono, perché sono cose che riguardano il padre e quindi indirettamente lui.

Nelle due settimane con Bertu, Antine si avvicinerà sempre di più a quella verità che stava cercando e che una volta rivelata lo metterà in crisi, perché incapace di prendere le parti di uno o dell’altro.

Come in cielo, così in mare è uno dei migliori esordi di questo 2021 e soprattutto uno dei migliori libri che mi sia capitato di leggere quest’anno. È una storia di famiglia, è una storia di legami, legami intesi come legami familiari, quello tra un padre e un figlio e legami intesi come legami nativi, quelli che legano la persona al posto in cui sono nati e che spesso sono i legami più forti e più inspiegabili che ci ritroviamo a vivere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...