Pride Month| Dai moti di Stonewall a quattro letture tema pride

Giugno è il mese del Pride, il mese in cui si celebra l’orgoglio di appartenere alla comunità LGBTQIA+ e l’amore in tutte le sue forme. Per capire perché sia stato scelto questo mese bisogna fare un passo indietro nel tempo e precisamente nel 1969. Tra la notte del 27 e la notte del 28 giugno in un bar del Greenwich Village, un quartiere di Manhattan, si consuma l’ennesima retata da parte della polizia nei confronti di un gruppo di omosessuali.

Facciamo un ulteriore passo indietro per comprendere meglio il periodo storico. Tra gli anni cinquanta e i primi anni sessanta, episodi come quello sopra citato erano consuetudine. C’è stato un periodo in cui durante queste retate la polizia registrava l’identità sessuale dei presenti e spesso questi nomi venivano pubblicati dai giornali. Se due ragazzi si tenevano per mano, si baciavano o semplicemente indossavano abiti appariscenti, potevano essere arrestati dalla polizia con l’accusa di indecenza.

Ciò che successe quella notte che è passata alla storia non è molto chiaro, perché le versioni differiscono un leggermente. Quello che è certo è che la polizia verso l’una e venti di notte fece irruzione nello Stonewall Inn, uno dei bar gay più famosi della città e vero e proprio ritrovo per la comunità e dopo che Sylvia Rivera lanciò una bottiglia contro un poliziotto che l’aveva manganellata la folla si ribellò. I numeri di quella notte parlano di duemila persone in strada, quattrocento poliziotti, tredici arresti e quattro uomini delle forze dell’ordine feriti.

Quella notte segnò il cambio di rotta e l’inizio del cammino verso i diritti.

Celebrare il Pride è importante e fondamentale proprio per non dimenticare chi in passato ha lottato per i diritti di tutti oggi. La rabbia e la ribellione delle persone ha fatto sì che si accendesse la luce su un problema serio, quello dei diritti delle minoranze, che ancora oggi ha bisogno di eco.

LETTURE TEMA PRIDE

Il primo che passa è l’esordio di Gianluca Nativo (Mondadori) in cui l’autore racconta la ricerca dell’identità sessuale, l’accettazione di questa e soprattutto cosa significa crescere in alcuni contesti dove la diversità non viene minimamente tollerata. Pierpaolo è un ragazzo nato e cresciuto in un quartiere periferico di Napoli in una famiglia benestante. Quando il padre viene arrestato e messo poi agli arresti domiciliari la sua vita subisce una battuta d’arresto e decide di provare ad andare oltre. Decide di farsi trasportare dai suoi istinti che lo portano verso altri ragazzi e inizia così per lui la scoperta del sesso, prima, e dell’amore, poi.

Signorina di Chiara Sfregola (Fandango). Un libro sul matrimonio, se vogliamo farla breve, un libro su cosa sia diventato il matrimonio oggi e cosa significa per due donne celebrare quell’istituzione tanto legata al patriarcato, se vogliamo dire qualcosa in più. Chiara, che si definisce una donna, una lesbica una femminista e una moglie, racconta la sua esperienza del matrimonio e cosa è stato, storicamente, il matrimonio e cosa sta diventando oggi.

Ragazza, donna, altro di Berdardine Evaristo (SUR) è un affresco di dodici racconti con protagoniste le donne. Sono donne etero e donne gay, donne bianche e donne nere. Dodici protagoniste di provenienza diversa le cui storie si intrecciano dando vita a un mosaico di storie appassionanti.

Il blu è un colore caldo di Julie Maroh (Rizzoli) è una grapich novel. Clementine è una ragazza di quindici anni che in un pomeriggio come tanti altri scorge tra la folla quella che sarà la fonte della sua dannazione. Una testa dai capelli blu e dagli occhi dello stesso colore che diventerà il centro dei suoi pensieri e che scatenerà la rabbia, perché quei capelli blu appartengono ad Emma e Clementine non si sente pronta a vivere alla luce del sole la sua omosessualità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...