L’arte di restare a galla | Valentina Ferrari

Quanto è difficile avere trent’anni oggi?

Amelia è sempre stata la classica ragazza con la testa sulle spalle. Studiosa ai tempi della scuola e responsabile fuori dalla classe. Un giorno tutta questa dedizione mi sarà utile o forse no, per cui alla soglia dei trenta Amelia si ritrova a vivere nella cantina dei suoi riconvertita in un mini appartamento (si fa per dire) e a fare tre lavori e cioè scrivere per una rivista, fare la dog-sitter tre volte al giorno per una signora e cameriera in un pub la sera.

Se tu sei ferma non vuol dire che il mondo si ferma con te e infatti Amelia è circondata dall’amica che sta per diventare madre e dall’altra che fa il lavoro della sua vita e nessuna delle due si deve preoccupare di calcolare il centesimo per un acquisto, perché loro questi problemi non li hanno e tanto meno li capiscono. Se le amiche accendono mutui o comprano la casa dei loro sogni, Amelia deve pensare a come riuscire ad arrivare a fine mese barcamenandosi nei suoi tre assurdi impieghi.

Come se tutto questo non bastasse, Amelia deve scrivere un articolo per la rivista hipster presso cui lavora (forse bisognerebbe dire collabora) pena il licenziamento. L’articolo sulle paperelle di plastica disperse nell’oceano dopo un incidente navale getta Amelia nello sconforto più profondo, mettendola in una situazione che più difficile non poteva essere.

Cosa manca a questo ritratto della disperazione? Un fidanzato che non ha intenzione di cercarsi un lavoro vero, perché convinto che scrivere le poesie che nessuno legge lo sia e quattro irresistibili pensionati che Amelia incontra ogni volta al parco quando porta a spasso il cane, gli unici che le mostrano il lato bello della sua gioventù e gli unici capaci di darle una parola di conforto quando ci vuole.

Il libro di Valentina Ferrari L’arte di restare a galla, Mondadori, è un desolante affresco dei nostri tempi. Amelia incarna la precarietà delle condizioni in cui molti si ritrovano loro malgrado. L’incertezza dei tempi che viviamo e questa fase di blocco statica non fa che gettare tutti in uno stato di profondo sconforto. Siamo la generazione dei lavoretti, dei contratti a breve termine, del lavoro sotto pagato e di quello dequalificato. Siamo la generazione incapace di sognare in grande e che si deve accontentare di quello che trova e che se lo trova deve anche ringraziare.

Con ironia e con una buona dose di verità questo libro riesce a strappare più di una risata che poco dopo purtroppo diventa amara.

  • Titolo: L’arte di restare a galla
  • Autrice: Valentina Ferrari
  • Casa editrice: Mondadori
  • Data di pubblicazione: 9 Febbraio 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...